lunedì 26 novembre 2018

I MIEI SOGNI PER L'ANNO CHE VERRÀ (PARTE PRIMA)

I MIEI SOGNI PER L'ANNO CHE VERRÀ (PARTE PRIMA)

lunedì 26 novembre 2018



Venerdì scorso è iniziato L'Acchiappasogni, il percorso via mail di 6 giorni che ho creato per ritrovare i nostri sogni autentici e arrivare all'anno nuovo con le idee chiare su cosa vogliamo realizzare. Anche io lo sto seguendo e in questo post voglio raccontarti come sta andando e quali sono i desideri che ho trovato fin'ora.
Ovviamente ti invito ad iscriverti al percorso che durerà altri due giorni (in ogni mail puoi recuperare quelle precedenti) con una doverosa premessa: L'Acchiappasogni non è una passeggiata, scava dentro, richiede il tuo impegno.
Può sembrare più difficile del previsto, ma ti pare che i diamanti si trovino facilmente? Naaaaa!
Leggendo un articolo online ieri, ho trovato una frase che mi è sembrata proprio adatta al percorso che stiamo facendo per trovare i nostri sogni:

“I diamanti si formano a grandi profondità all'interno del nostro pianeta; è necessario un tipo di attività vulcanica estremamente inusuale per riportarli in superficie e soltanto circa il 20 per cento di essi è di qualità adatta a farne una gemma”.

Ecco, sostituisci diamanti con sogni e avrai idea del lavoro che c'è da fare per trovarli: si deve scavare in profondità, creare un terremoto interiore “estremamente inusuale”.
Fallo ragazza, i sogni sono una cosa seria!
L'ennesimo acquisto per il black friday non ti darà nessuna gioia paragonabile a questo lavoro, quindi ti consiglio di correre subito a iscriverti QUI.

Tornando ai sogni che ho pescato: fin'ora abbiamo lavorato su due ambiti di vita, quella emozionale (amor proprio, relazioni, amore, rapporto di coppia, amicizie, spiritualità) e quella materiale (aspetto fisico, salute/benessere, stile, lavoro, denaro, casa) e gli esercizi mi hanno dato parecchio da riflettere sulle mie priorità.

VITA EMOZIONALE
Inizio a raccontarti della vita emozionale: il Re dei desideri in questo ambito è....
Organizzare almeno un fine settimana al mese fuori per rilassarmi e divertirmi con il mio compagno (e il boss peloso naturalmente).
Il desiderio “minore” (chiamiamolo così) è: ridere di più.

Forse non sembra, ma questi due desideri sono collegati: dopo la morte di mia madre, Francesco e io abbiamo passato anni difficili. Abbiamo dovuto far fronte a situazioni ingarbugliate, questioni familiari, problemi, conflittualità, crisi personali, responsabilità e tutto questo con l'andare del tempo ci ha reso un po' orsi, senza che nemmeno ce ne accorgessimo. Il dovere veniva sempre prima e non c'era mai spazio per il piacere e lo svago, altrimenti vai con i sensi di colpa!
Abbiamo ridotto sempre di più le occasioni per divertirci e piano piano abbiamo disimparato a farlo, sempre presi dal problema di turno. Poi le cose sono migliorate, ma entrambi ci siamo buttati a capofitto nei rispettivi progetti, sacrificando ancora il nostro lato leggero, allegro, spensierato par far posto solo agli obiettivi che ci eravamo prefissati.
Di questo, però, il rapporto a due ne risente, perché il tempo di qualità passato insieme è sempre di meno e l'Acchiappasogni ha fatto emergere subito lampante questa mancanza e l'urgenza di riprenderci uno spazio comune in cui ritrovare la spensieratezza, la voglia di divertirci e di fare cazzate.
Ed ecco perché il mio Re dei desideri è quello ed è strettamente legato al desiderio minore che in realtà sarebbe una bella conquista: ridere di più. Voglio ridere di più, voglio farmi delle belle e grasse risate e prendere la vita come viene. Che poi, in realtà, io non sono una musona, sia chiaro: sono una battutara, amo l'ironia e mi piace usarla, è una delle mie caratteristiche che mi piacciono di più. Però ridere di gusto mi manca. Perciò sai cosa farò? Ogni mattina cercherò in rete qualcosa che mi faccia ridere, ogni settimana guarderò un film comico. Quindi se hai qualche suggerimento da darmi tipo canali You Tube, Gruppi fb a tema comico sono tutta orecchi e lo stesso vale per i film (ti aspetto nei commenti eh).

VITA MATERIALE
E adesso veniamo alla vita materiale dove i desideri sono tre: trovare il mio stile (nel vestire), truccarmi più spesso e portare a compimento due progetti in ambito lavorativo.
Avrai capito che è stato mio animo stakanovista a tirare fuori il Re dei desideri, che riguarda il lavoro. Si tratta di due nuovi progetti a cui intendo dare vita nel 2019. Purtroppo su questo non ti posso dire molto, sennò sarebbe uno spoiler bello e buono però ti dico che sono nell'ambito della formazione perciò, come si dice “stay tuned” ;-)
Gli altri due possono sembrare un po' più frivoli ma grazie all'Acchiappasogni sto imparando a non giudicarmi riguardo ai desideri, se voglio che siano davvero autentici e questi due sono emersi con una facilità disarmante, anche grazie alla visualizzazione: la Regina di denari è apparsa davanti a me con il suo denaro gigante in mano e lo usava come uno specchio. Ha invitato me a fare altrettanto e ho capito subito cosa voleva dirmi: hai bisogno di un bel trucco e un bello stile tutto tuo ragazza, è ora di metterci mano.
Così ho pensato di partire dai capi di abbigliamento che amo di più (dolcevita, pantaloni palazzo e clarks) per studiare uno stile che mi piaccia, mi rispecchi e mi faccia sentire bene.
Vedremo, ti terrò aggiornata, sicuramente dovrò lavorare parecchio su Afrodite/L'Imperatrice.

Bene, ti ho raccontato i primi desideri che ho recuperato con l'Acchiappasogni, ti va di raccontarmi i tuoi? Come ho scritto nelle mail del percorso, raccontare ciò che desideri realizzare è un atto di responsabilità nei confronti dei tuoi sogni: esternarli e manifestarli li rende vivi e ancorati alla realtà; qualcosa di cui ti assumi la piena responsabilità, dichiarandoli. Allora ti aspetto nei commenti e lunedì prossimo ti racconterò, sempre qui, quali sogni avrò trovato per la vita mentale e per quella creativa.

PS: Se non sei ancora iscritta a L'Acchiappasogni (orrore!) rimedia subito a questo link e inizia a sognare!

lunedì 19 novembre 2018

4 SEMI PER LA VITA

4 SEMI PER LA VITA

lunedì 19 novembre 2018



Se come ti dicevo qui, la vita può essere paragonata a un viaggio, è verosimile che ognuno di noi possa scegliere di dotarsi di diversi strumenti per orientarsi lungo il cammino.
Lo strumento che ho scelto io, la mia lanterna magica, come sai sono i Tarocchi: gli Arcani Maggiori sono quelli più usati e conosciuti poiché rappresentano grandi tappe evolutive, ma anche gli Arcani Minori hanno molto da insegnarci nei vari ambiti della vita.
Se gli Arcani Maggiori possono essere paragonati a pietre miliari di un percorso, gli Arcani Minori possono essere paragonati ai punti cardinali che servono per orientarci in tale percorso e che possono darci un'idea del livello energetico che abbiamo nei vari ambiti della nostra vita.
In questo post ti parlerò dei quattro semi dei Tarocchi e delle relative corrispondenze.

lunedì 12 novembre 2018

SOGNARE COME PAZZI

SOGNARE COME PAZZI

lunedì 12 novembre 2018



Perché viene un giorno
che a guardarlo passare
sembra il giorno di un altro
e di un altro la vita da fare
e di un altro la voce
e anche l’ombra sui muri
e questi fiori d’inverno
che ho preso
per te

(Ascoltala QUI prima di leggere il post)

Così cantava il grande Gianmaria Testa, uno dei cantautori che amo di più, a tutti quelli che hanno perso o negato i loro sogni. E se qualche sogno lo hai perso anche tu, se ne stai ignorando qualcuno, forse è proprio così che ti senti alle volte: a vivere la vita di un altro, a non riconoscerti... Quanto è importante un sogno per te?
Molti sminuiscono i sogni e i sognatori, ne parlano come dei pazzi, persone poco concrete, inconcludenti e con la testa fra le nuvole, ma credimi se ti dico che non c'è nulla di più folle che smettere di sognare.

lunedì 5 novembre 2018

IL SEGRETO DEI TAROCCHI (SECONDO ME)

IL SEGRETO DEI TAROCCHI (SECONDO ME)

lunedì 5 novembre 2018



Cos'è che rende i Tarocchi così potenti e pieni di fascino? Per molti naturalmente, la forte attrattiva è rappresentata dal fatto che attraverso i Tarocchi si possa predire il futuro. Non sono totalmente d'accordo su questa possibilità, ma non credo nemmeno che sia del tutto impossibile farlo.