mercoledì 25 settembre 2019

UN RITUALE SEMPLICE PER PROPIZIARE I TUOI BUONI PROPOSITI

mercoledì 25 settembre 2019



Nelle scorse settimane, in armonia con l'energia dei nuovi inizi, tipica di settembre, ti ho parlato molto di buoni propositi: di come stabilire quelli che ti rispecchiano davvero, come trasformarli in obiettivi, come fare a realizzarli nonostante gli ostacoli che potrebbero frapporsi (il calo fisiologico dell'entusiasmo, la mancanza di tempo, la procrastinazione o l'autosabotaggio) e come creare un piano d'azione vero e proprio, anche con l'aiuto dei Tarocchi: non è fantastico?

Ma non finisce qui: ho intenzione di sfruttare ancora un po' l'energia attiva e focalizzata di settembre (e dell'arcano del mese) per chiudere in bellezza il nostro percorso su obiettivi e/o buoni propositi.
Se mi conosci un po' sai che amo infondere sempre un pizzico di magia in ogni argomento che tratto: la settimana scorsa ho optato per una stesa di Tarocchi che ti aiutasse a capire a quali energie attingere per realizzare il tuo obiettivo e quale fosse il primo passo da fare verso quella direzione. Nel post di oggi, invece, voglio farlo suggerendoti un piccolo rituale che possa aiutarti a direzionare quelle energie verso il tuo obiettivo.

Considera questo rituale come una traccia da cui prendere spunto per eventualmente crearne uno tuo, con strumenti e parole tue. Puoi anche attenerti a questa traccia in tutto e per tutto, se ti piace: quello che conta è soprattutto ciò che ti dirò alla fine. Ma andiamo per ordine.

PREMESSA

Forse ti starai chiedendo: ho proprio bisogno di un rituale per far si che il mio desiderio di realizzi?
No, naturalmente, in special modo se hai una fede incrollabile nella riuscita. Svolgere un rituale, però, è un modo per riconnetterti alla parte più profonda e saggia di te, quella che è in contatto con l'energia pura dell'Universo. Il rituale, con i suoi gesti e le sue parole, ti permette di entrare gradualmente in uno stato di trance meditativa che ti pone nello stato d'animo adatto a concentrarti meglio su ciò che vuoi realizzare e che, alla fine, raggiunge un crescendo di intento e forza di volontà.

Durante il rituale dovrai sempre essere cosciente del tuo intento e di ogni sensazione ed emozione che senti. Attraverso il rituale, di fatto, invii delle vibrazioni all'Universo che accoglie il tuo desiderio e, di conseguenza, si mette in moto per aiutarti a realizzarlo: stai innalzando l'energia.
Il rituale inoltre ti da qualcosa di costruttivo da fare invece di preoccuparti del fallimento del tuo intento e cadere così nelle solite trappole della procrastinazione e dell'autosabotaggio.
Ecco perché svolgere un rituale per i tuoi propositi mette le ali alla loro realizzazione.

Il rituale che ti propongo è un piccolo inno all'Universo poiché usa l'energia delle fasi lunari, dei giorni della settimana, degli elementi e dei punti cardinali per rafforzare e propiziare la realizzazione di un intento (un obiettivo per capirci).


ACCORGIMENTI

Per il rituale ti serviranno:

  • una candela bianca;
  • un cristallo di rocca (facoltativo);
  • incenso al gelsomino o palo santo (facoltativo);
  • musica (facoltativa): se ti piace la musica, è per te un modo per rilassarti e non rappresenta uno fonte di distrazione puoi optare per brani classici, acustici, new age o qualunque genere ti metta a tuo agio

Fase lunare: la fase lunare più adatta per questo rituale è quella di luna nuova o crescente.

Giorno della settimana: per questo tipo di rituale, in linea di massima ogni giorno della settimana va bene, ma, a dipendenza del tipo di obiettivo che vuoi propiziare puoi scegliere:

  • il lunedì per tutte le questioni di natura creativa e introspettiva;
  • il martedì per obiettivi riguardanti i nuovi progetti da sviluppare;
  • il mercoledì per obiettivi legati al lavoro e alla carriera;
  • il giovedì per gli obiettivi legati alle finanze, alle questioni legali, la spiritualità e lo sviluppo;
  • il venerdì per gli obiettivi riguardanti le relazioni, le riconciliazioni i cambiamenti fisici;
  • il sabato per questioni relative alla casa, il perdere peso, l'abbandono di cattive abitudini, il porre fine a qualsiasi cosa;
  • la domenica per prendere o gestire decisioni o risolvere problemi


PREPARAZIONE

Qualche giorno prima del rituale:

  • scrivi su un foglio il proposito sul quale vuoi concentrare la tua energia: l'obiettivo che vuoi realizzare. Fai attenzione a scriverlo in positivo evitando le parole “non voglio”: molto meglio “Io voglio”, “Io desidero”.
  • Controlla di avere a disposizione tutto quello che ti serve.
  • Scegli con cura i vestiti che indosserai assicurandoti che siano puliti.


IL RITUALE

Nel giorno scelto per eseguire il rituale è importante fare in modo di non avere distrazioni e creare la giusta atmosfera.
Quello che puoi fare è: spegnere il telefono o altri dispositivi elettronici che potrebbero suonare o vibrare; lavarti le mani o fare un bagno, una doccia con l'intento di purificarti; indossare gli abiti che hai scelto; accendere la musica se hai deciso di farne uso.

Ed ecco che si entra nel vivo del rituale.
Per prima cosa, metti tutto ciò che ti serve a portata di mano. Rivolgiti verso il Nord ponendo davanti a te tutti gli elementi che hai deciso di usare: il foglio su cui hai scritto il tuo proposito, la candela,  l'incenso, un accendino, la pietra, ecc.
Accendi l'incenso e inizia a rilassarti con la respirazione. Respira profondamente e visualizza il tuo corpo protetto da una luce bianca.

Quando ti senti pronta siediti, pensa alla tua energia e pronuncia questa affermazione:
“Oggi dirigo la mia energia verso un desiderio specifico (e di seguito leggi il proposito che hai scritto sul tuo foglio). L'energia è disponibile per realizzare questo desiderio e io ringrazio la fonte dal quale giunge. Che i messaggi relativi a questo proposito possano inondare la mia coscienza. Fiduciosa so che la volontà divina farà ciò che è meglio per me in questa situazione. Lasciate che questo si concretizzi”.

A questo punto accendi la candela e subito dopo, ad alta voce o mentalmente recita questa formula:
“Nei limiti delle elevate capacità della forza universale, io chiedo che (specifica il tuo proposito). Grazie e così sia”.

Di seguito pronuncia questa invocazione:
Ti chiedo, Universo, di ascoltare il mio desiderio.
Acqua alla Terra, Vento al Fuoco,
lo chiedo una volta e per altre tre,
la mia richiesta, ti prego, soddisfa.
Così sia.

Infine spegni la candela (meglio se con uno spegni candela o le dita umide piuttosto che con un soffio).
A questo punto puoi considerare il rituale concluso, ma per te il lavoro comincia proprio adesso.

CIÒ CHE PIÙ CONTA

Quello che più conta, infatti, da ora in avanti è che tu agisca in accordo con l'intento espresso nel tuo rituale.
Grazie ad esso, infatti, ti sei concentrata sul tuo obiettivo, hai alzato l'energia di cui disponi, canalizzandola verso quello scopo: adesso non vorrai mica sprecare tutto questo vero?
È fondamentale quindi, dopo il rituale, compiere azioni specifiche e concrete nel mondo materiale per manifestarne l'obiettivo e, se hai letto bene (e applicato) questo post non dovresti avere alcun problema a individuare quali sono esattamente i passi che dovrai fare.
Se il tuo obiettivo era, ad esempio, di tipo economico, dovrai compiere azioni che ti aiutino a guadagnare denaro: che sia un corso di formazione, mandare un curriculum o metterti in proprio.

La nostra “magia” non si espleta solo sui piani dell'energia, ma nel mondo materiale in cui l'energia prende forma.

Se salterai questa fase fondamentale, confinerai la tua energia e il tuo potenziale nel regno dell'astrazione, impedendogli di prendere forma nel mondo.

Ebbene, ora hai tutti gli strumenti che ti servono per trasformare i tuoi buoni propositi in realtà in modo allineato al tuo sentire, focalizzato e potenziato: è dall'inizio del mese che ti parlo di questo processo mettendo a tua disposizione risorse preziose, ma se vuoi saperne ancora di più su come mettere le ali ai tuoi obiettivi, ti invito ad iscriverti alla Magic letter perché il 1° ottobre arriva via mail, una magica novità, che non vedo l'ora di svelarti!


NOTA: il rituale è liberamente tratto e adattato da Diane Ahlquist, Incantesimi con la Luna 

Nessun commento:

Posta un commento