mercoledì 23 ottobre 2019

HALLOWEEN SPIRIT CHALLENGE: COS'È E COME FUNZIONA

HALLOWEEN SPIRIT CHALLENGE: COS'È E COME FUNZIONA

mercoledì 23 ottobre 2019


Se ti dico Halloween, Tarocchi, inconscio, aldilà, extrasensoriale cosa pensi? E soprattutto, cosa senti?
Il 31 ottobre, la festa di Halloween - per le antiche tradizioni pagane Samhain - porta con sé un ricco immaginario fatto di oscurità, paure, mostri dell'inconscio, spiriti.
Tutto questo viene spesso trattato in maniera ludica, leggera ma esiste una tradizione molto antica e profonda legata ai cicli di vita e morte, alle stagioni e al bisogno che ci pervade in questo periodo - in modo del tutto naturale - di addentrarci nella parte più profonda di noi, nelle nostre oscurità, nelle paure, nelle ombre e di onorare i nostri antenati per ringraziarli dei doni materiali e di sangue che ci hanno lasciato.

Se questo mondo ti incuriosisce sei nel posto giusto. Ma anche se ti spaventa, sappi che è del tutto normale: sono argomenti un bel po' controversi perché ammantati da un alone di mistero e da tanti preconcetti.
Come per ogni cosa, però, anche per queste ci sono molti punti di vista. Il mio e quello di altre appassionate (che poi ti presenterò) è una visione che vuol essere propositiva, lucida, moderna e sicuramente alternativa: profonda ma con quel pizzico di ironia e leggerezza che non guasta.

Per condividere con quante più persone possibile questa visione e contribuire a scardinare qualche stereotipo, abbiamo fatto squadra e abbiamo creato la challenge “Halloween Spirit”.

Inizia domani, giovedì 24 ottobre, e ho pensato potesse essere utile, per chi desidera partecipare, un post di approfondimento che spieghi cos'è, di cosa tratta, le intenzioni dell'iniziativa e come seguirla.

COS'È

Halloween Spirit Challenge è un percorso di 8 giorni che si terrà su Instagram. 
Durante il percorso ti inviteremo a riflettere sui temi tipici di Halloween: paure, aldilà, sensitività, antenati.
Gli spunti su cui riflettere saranno proposti da noi creatrici della challenge e potrai svilupparli attraverso i Tarocchi o le carte oracolo.
Se non hai un mazzo di Tarocchi puoi usare una delle tante app o siti che permettono di scegliere delle carte. Ti basterà scegliere una carta alla volta e seguire lo schema che ti proporremo.

DI COSA TRATTA E CON QUALI INTENZIONI

La challenge Halloween Spirit, come avrai già capito, sarà incentrata sui temi tipici di questa ricorrenza, quindi l'inconscio, le paure, il nostro lato oscuro, l'extrasensoriale, la percezione di qualcosa oltre la materia, l'aldilà, gli antenati.
Gli argomenti verranno trattati partendo da un input delle carte (Tarocchi e carte oracolo) poiché le nostre intenzioni sono due:

  1. stimolare una riflessione ispirata ma leggera sui temi trattati per liberarli da quell'alone di mistero e diffidenza che spesso li accompagna;
  2. promuovere una visione delle carte, come strumento di introspezione, riflessione, comprensione di sé e crescita personale, mettendo un po' da parte la concezione più predittiva della loro funzione.


Non useremo quindi le carte per predire il futuro, ma come strumento di riflessione su noi stesse e comprensione, di ciò che sentiamo e temiamo di più perché questo è quello in cui crediamo ed è la visione che ci ha accomunato nel creare la challenge.
Se la pensi diversamente o se hai sempre temuto l'aspetto previsionale delle carte, a maggior ragione ti invito a partecipare, perché potresti avere una piacevole sorpresa nello scoprire un punto di vista differente.

COME SEGUIRE LA CHALLENGE

Il percorso si svolgerà interamente su Instagram: non c'è bisogno di iscriversi da nessuna parte, ma semplicemente di seguire i profili delle creatrici della challenge che sono:

Silvia Ancordi
Lunanettuno
The Spritzy Witch
Coaching in fabula
Valentina Scuteri 
ed io.

Ogni giorno una di noi pubblicherà un post con la riflessione del giorno e l'esercizio da seguire e annuncerà il nome di quella che pubblicherà il post del giorno successivo. In pratica una specie di staffetta.
Posso già dirti che sarò io ad aprire la challenge, seguiranno poi tutte le altre a turno con i loro post e l'ultimo giorno ci sarà una bellissima sorpresa finale di cui però non posso ancora anticiparti nulla. Seguici fino alla fine e sarai premiata!

Per seguire la challenge e partecipare quindi questi sono gli step:

  • da domani, 24 ottobre, ogni giorno visita il profilo che proporrà la riflessione e l'esercizio del giorno (quindi domani il mio);
  • segui l'esercizio che ti propone;
  • posta la tua foto/riflessione usando l'hashtag #halloweenspiritchallenge
  • tagga il profilo della persona (ad esempio @lunanettuno) che ha proposto l'esercizio così può venire da te e darti il suo supporto.

Tutto questo fino al 31 ottobre, giorno di Halloween, in cui festeggeremo con la sorpresa di cui ti ho accennato.

Allora sei pronta a vivere un Halloween pieno di sorprese? Noi ti aspettiamo bella carica e motivata, a domani!

mercoledì 16 ottobre 2019

PER LA  CREATIVITÀ: FAI ENTRARE GIOCO E PIACERE NEL TUO QUOTIDIANO

PER LA CREATIVITÀ: FAI ENTRARE GIOCO E PIACERE NEL TUO QUOTIDIANO

mercoledì 16 ottobre 2019


Sia nel post della settimana scorsa che in quello precedente ti ho parlato di creatività e di come sia fondamentale, per risvegliarla e tenerla in allenamento, coltivare la dimensione del piacere, del gioco e del divertimento.

Viviamo, però in una società in cui il piacere viene visto spesso in maniera estremistica: o vi è una ricerca spasmodica del piacere (scambiato per felicità) oppure viene visto come qualcosa di negativo, sintomo di superficialità. Basti pensare al modo di dire “prima il dovere e poi il piacere” che, oltre ad essere molto diffuso, per alcune persone costituisce il brocardo sul quale fondare la propria vita.
Per educazione e pressione sociale, quindi, siamo abituati a focalizzarci esclusivamente o prevalentemente sui doveri, senza dare alcuno spazio alla dimensione piacevole e giocosa della vita; una dimensione che, però, se coltivata in modo equilibrato, è utilissima per mantenerci in contatto con il nostro bambino interiore, il nostro potere creativo e trasformativo.

A mio avviso, anche in questo la virtù sta nel mezzo: non possiamo fare sempre e soltanto ciò che ci piace poiché abbiamo responsabilità e obblighi; ma ottemperare ai nostri doveri e alle responsabilità, non deve necessariamente escludere la piacevolezza. Al contrario, rischieremmo di ritrovarci scarichi, demotivati, con una vita grigia e piatta.
Il piacere non corrisponde alla felicità, ma si possono alimentare la felicità e la creatività anche attraverso il piacere.

Come fare? Ecco alcuni suggerimenti.

ASSAPORARE I PICCOLI PIACERI QUOTIDIANI

Assaporare la vita nel quotidiano significa anche immergersi nei piccoli piaceri che essa ci offre ogni giorno. Non è necessario fare cose particolari o eclatanti, è sufficiente attivare i 5 sensi e renderli canali privilegiati del piacere: assaporare fino in fondo e lentamente ogni boccone di quello che ci piace mangiare, ascoltare bella musica, riempirci le narici di odori e profumi che amiamo o che ci ricordano esperienze piacevoli, accarezzare un tessuto morbido o il pelo del nostro cane.
Sono tutti piccoli gesti di piacere che, se fatti consapevolmente, contribuiscono a dare al nostro quotidiano molte più sfumature e migliorare l'umore.

COLTIVARE LE PROPRIE PASSIONI

Quanti di noi trascurano le proprie passioni o interessi, sull'altare dei doveri? Riservare un po' di spazio per coltivare una passione ci rende vivi, creativi e pieni di entusiasmo.
Se non sei sicura di cosa ti appassiona veramente, torna alla tua infanzia e ricorda cosa ti ha dava gioia allora. Se da bambina amavi ballare, iscriviti a un corso di ballo. Meglio ancora, metti musica in salotto e scatenati. Se adoravi i pastelli, tirali fuori e sperimenta su una pagina bianca.
Se ti piaceva osservare tua madre mentre creava prelibatezze, potresti iscriverti a un corso di cucina.
Una volta che avrai chiaro cosa ti appassiona, fai di tutto per seguirlo, non aspettare che sia troppo tardi.

PASSARE IL TEMPO CON PERSONE CHE CI PIACCIONO

Il tempo libero è qualcosa di prezioso, perché passare anche quello con persone che non abbiamo scelto, che non ci trasmettono positività o, peggio, che ci stressano e rattristano?
Passare del tempo con persone per noi stimolanti e piacevoli è come ricevere un pieno di energia buona, stimoli e creatività.

DARE SPAZIO AL GIOCO

Divertirsi, aprire il cuore alla meraviglia è fondamentale e serve per ricordarsi che dentro di noi c'è un bambino che è la fonte primaria della nostra creatività.
Anche qui basta davvero poco: io mi diverto come una matta a giocare col mio cane, ma vale tutto quello che per te risulta divertente e giocoso, cose che ti facciano sperimentare lo stesso grado di divertimento e spensieratezza di quando eri bambina.
Per farti qualche esempio: fare un giro alle giostre, una partita a qualche gioco di società ad alto grado di coinvolgimento, una gita senza meta, rivedere gli sketch dei tuoi comici preferiti, organizzare uno scherzo coinvolgendo più persone, partecipare a una sfida o a una scommessa, fare l'artista di strada per un'ora.
Scegli tu: l'importante è divertirti e alzare la tua energia.

E siccome anche i Tarocchi possono dire la loro su questi temi di crescita personale, ti lascio con una stesura che ti aiuti a sviluppare i quattro punti del post. Ecco lo schema da seguire usando gli Arcani maggiori.
Come sempre, se vuoi condividere o confrontarti sulla stesura puoi venire a trovarmi sul gruppo Tarocchi e consapevolezza, dove io o gli altri saremo felicissimi di darti un supporto.



mercoledì 9 ottobre 2019

TAROT SPELLS: UN INCANTESIMO PER FAVORIRE LA CREATIVITÀ

TAROT SPELLS: UN INCANTESIMO PER FAVORIRE LA CREATIVITÀ

mercoledì 9 ottobre 2019


Nel post della scorsa settimana, complice l'ispirazione della carta del mese, la prolifica Imperatrice, ti ho parlato di creatività, suggerendoti 5 modi per risvegliarla e tenerla in esercizio.
Come molte altre facoltà umane, infatti, la creatività è qualcosa di innato in ognuno di noi e può essere paragonata a un muscolo che più viene allenato e più sarà sveglio, forte e scattante.

Ad ogni modo, capita a chiunque, di avere dei periodi particolarmente pieni di impegni, intensi e faticosi, in cui si ha tempo per tutto fuorché per se stessi e per stimolare la propria creatività.
Le incombenze quotidiane sono così tante da farci sentire sopraffatte, stanche, senza idee né soluzioni brillanti e alternative. Entriamo nel loop de fare, fare, fare e ci dimentichiamo totalmente di prenderci un po' di tempo per coltivare la nostra creatività.

Se ti trovi in un periodo del genere, e la tua mente fa fatica a generare idee, progetti, soluzioni quello che devi assolutamente fare è fermarti e prenderti una mezz'ora solo per te.
In questa mezz'ora puoi fare qualcosa che ti piaccia, che ti rilassi o che ti diverta.
Puoi provare una di queste cose oppure, se hai un'indole un po' magica come me, puoi scegliere di dedicarti a un incantesimo con i Tarocchi per favorire la creatività.

Come ti ho spiegato qui, fare magia con i Tarocchi significa connettersi con l'energia degli arcani e usare la loro simbologia per aiutarti a sciogliere dei blocchi o far si che un tuo desiderio si realizzi. 

Questo incanto ha lo scopo di stimolare la creatività e scegliere il momento più adatto per attuarlo senz'altro aiuta: può essere estremamente utile svolgere l'incantesimo poco prima di iniziare un progetto creativo, in fase di luna nuova o crescente.
Come giorno della settimana è preferibile il lunedì, particolarmente indicato per tutte le attività introspettive e creative.


COSA TI SERVE PER L'INCANTESIMO:

  • Un mazzo di Tarocchi intuitivi (es. Rider Waite);
  • stoffa e candela dai toni del porpora o del viola per la stesura: questi colori favoriscono ispirazione, creatività e intuizione (facoltativa);
  • qualcosa per purificare: salvia bianca o palo santo;
  • una pietra labradorite (facoltativa);
  • un olio essenziale a scelta fra neroli, ylang ylang, geranio, rosa, gelsomino, patchouli, arancio o zenzero da mettere in diffusore o massaggiare leggermente all'altezza della gola, sede del chakra della comunicazione e della creatività (facoltativo). Per un approfondimento su questi oli leggi qui.

Come dico sempre, ancora più importante rispetto agli strumenti che userai, è l'intento che infonderai nell'incantesimo, visualizzando davvero quella cosa o quella sensazione già compiuta, reale e agendo nella tua vita in comune accordo con tale intento.


PROCEDI IN QUESTO MODO:

Inizia purificando te stessa e l'ambiente in cui eseguirai l'incantesimo con del fumo di palo santo o salvia bianca e usando l'olio essenziale come descritto.
Per creare il tuo schema di stesura (come quello in foto) puoi usare la tua scrivania, una mensola o un ripiano della tua libreria. Accendi la candela, se hai deciso di farne uso.
Puoi posizionare la pietra sopra il piano di lavoro o tenerla fra le mani durante la visualizzazione.

DISPOSIZIONE DELLE CARTE

In questo incanto L'Imperatrice rappresenta il potenziale creativo personale, La Stella l'ispirazione interiore e Il Mago la propria capacità di realizzare quel potenziale creativo.
La disposizione delle carte mostra il processo in cui questi poteri vengono assorbiti e incanalati.

MEDITAZIONE E VISUALIZZAZIONE

Dopo aver purificato te stessa e l'ambiente fai qualche respiro profondo per rilassarti e, quando ti senti pronta, posiziona la carta dell'Imperatrice come in foto.
Immagina te stessa seduta sul trono della creatività, circondata da una natura rigogliosa e piena di fiori, frutti e profumi. Un piccolo ruscello scorre ai tuoi piedi bagnandoli leggermente e tu ti godi la freschezza dell'acqua.
Adesso posiziona la carta della Stella. Visualizzati mentre ti immergi nell'acqua e allunghi le braccia verso il cielo (a questo punto allunga davvero le braccia verso l'alto e fai un movimento lento, largo e circolare). Immagina di poter sentire un potere speciale - energia creativa e ispirazione - cadere come lacrime dalle stelle. Questa energia ti cade addosso come una leggera pioggia e tu assorbi la sua essenza.
Infine, posiziona la carta del Mago. Visualizza te stessa che attiri questa energia, mentre cade dal cielo. Senti che questo potere viene attratto da forze magnetiche attraverso le tue mani, i tuoi occhi e il resto del tuo corpo.

Dopo aver meditato sulle carte e aver visualizzato tutto questo, con tutta l'intenzione e l'attenzione di cui sei capace, recita la seguente affermazione:


AFFERMAZIONE

In questo momento e in questo posto
espando la mia mente
nel tempo e nello spazio.
Mi connetto al tempo che è stato
a quello che sarà
e che non sarà mai.
Assumo il potere
visualizzo immagini
disegno parole
attiro sentimenti.
Accolgo dentro di me le cose
che non sono mai stati viste
né sentite, né provate prima.
A queste immagini do vita
così che altri conoscano la magia,
la bellezza e il mistero che ho cercato
e trovato dentro di me,
nel mondo intorno a me,
e nelle stelle lontane
sparse come gioielli nel nero e vellutato cielo.
Così è e così sarà.


A questo punto puoi considerare l'incantesimo terminato, fai un respiro profondo ponendo attenzione al senso di pienezza creativa a cui hai dato vita.

Io ti aspetto come sempre nei commenti, se ti andrà di raccontarmi com'è andato!


Incantesimo tratto e rielaborato da Tarot Spells, Janina Renée


mercoledì 2 ottobre 2019

5 MODI PER RISVEGLIARE E ALLENARE LA CREATIVITÀ

5 MODI PER RISVEGLIARE E ALLENARE LA CREATIVITÀ

mercoledì 2 ottobre 2019


Creatività è una bella parola, anche molto usata. Spesso però, questa qualità viene attribuita soltanto ad artisti, poeti o inventori, come se fosse un mitologico dono riservato a pochi eletti.

Ma è davvero così?

Forse siamo portate a pensarlo, un po' per abitudine e un po' perché, quando tocca a noi mettere in campo la creatività, ci sentiamo subito bloccate e senza idee: facciamo fatica a trovare la soluzione a un problema, a scrivere un blog post o anche solo quattro parole in croce sui social, a trovare argomenti da proporre, a combinare vestiti in modo originale, a guardare in dispensa e inventarci una ricetta soltanto con quello che c'è dentro.
Si tratta, infatti, di pensare in maniera differente, non lineare ma sviluppando connessioni attraverso l'immaginazione e il problema è che non siamo più abituati a farlo.

Cos'è, infatti, la creatività?

Ho fatto un giro nell'Internet e ho trovato tante definizioni fra cui quella del sito “Una parola al giorno”:

Creatività è una qualità complessa che si declina in molti colori diversi: dall'originalità del pensiero alla capacità di osservare i problemi da punti di vista inusuali, dalla capacità di inventare con fantasia all'organizzare in maniera nuova esperienze e conoscenze. Per come comunemente è usata, sembra una qualità appannaggio di designer e pubblicitari, ma è molto più ampia e comune: è alla base dell'attitudine umana di adattarsi alle circostanze e di adattare le circostanze a sé. Ovviamente è un'attitudine che va esercitata: attraversare la vita senza creare è puro ristagno. 

La creatività, quindi, lungi dall'essere appannaggio di pochi, è un elemento insito nella natura umana, nella sua adattabilità e va esercitata.

Se adesso ti stai chiedendo come si fa ad esercitarla, eccoti 5 piccoli spunti per risvegliare e mantenere sempre viva la tua creatività. Non sono un'esperta in materia, quindi quelle che ti sto per suggerire, sono semplicemente delle pratiche che funzionano per me, da cui poter trarre spunto.

  • FAI IL VUOTO NELLA MENTE

Viviamo immersi in una quotidianità piena di stimoli e di urgenze; la nostra mente è  continuamente bombardata di contenuti e la frenesia con cui recepiamo le informazioni e facciamo le cose, non le permette di elaborare in modo diverso dal solito. Si determina così una sorta di “loop” mentale, un vero e proprio circolo vizioso caratterizzato da un pensiero statico, ripetitivo, uguale a se stesso, che continua a vedere e affrontare le situazioni da un unico punto di vista.
Per dare alla mente la possibilità di elaborare le cose da un'altra prospettiva, mi sono accorta che la cosa più importante è fare spazio, creare il vuoto. Solo nel vuoto e nel silenzio è possibile processare gli stimoli e le idee in modo nuovo ed originale.
Per creare il vuoto nella mente trovo molto utile dedicare un po' di tempo alla meditazione o semplicemente stenderti sul letto al buio per qualche minuto senza pensare a niente.

  • CERCA STIMOLI DIVERSI: ESCI DALLA TUA BOLLA DI INTERESSE

Quando si fa fatica a creare nuove idee, contenuti interessanti o a trovare nuove soluzioni ad un problema, forse è perché c'è bisogno di stimoli diversi.
Una delle cose che mi piace fare a questo scopo è uscire dal mio ambiente o dalla mia bolla di interesse, per immergermi in mondi che non c'entrano assolutamente niente con il mio e osservarli.
Potresti scoprire anche tu, visitando una mostra di pittura, che un quadro ti ha dato l'input giusto per risolvere un problema o che, l'osservazione di una scena al parco giochi, ti da l'idea giusta per il tuo prossimo blog post o per un prodotto da creare.

  • DAI SPAZIO AL PIACERE, ALLO STUPORE, AL DIVERTIMENTO

Alcuni dei fattori che scatenano la creatività sono senza dubbio il piacere, lo stupore e il divertimento. Se ti rendi conto che stai trascurato di coltivare questi aspetti, cerca di dar loro più spazio nella tua vita di tutti i giorni. Gioca con tuo figlio, col cane o col gatto come se fossi una bambina, divertiti a guardare un film comico o a dondolare su un'altalena, osserva ciò che hai intorno come se fosse la prima volta.

  • SFORZATI DI TROVARE IL LATO POSITIVO DELLE COSE

Quando ci troviamo di fronte a un problema, siamo molto più abituati a interpretare i fatti e le circostanze in modo negativo, come ostacoli o scocciature: lo fai anche tu?
Ebbene, in questi casi sforzarti di cambiare prospettiva si potrebbe rivelare un esercizio di creatività molto efficace, perché in certe situazioni trovare il lato positivo delle cose richiede uno sforzo creativo davvero importante. Provare per credere!

  • CREA CON I TAROCCHI

Come ultimo tips per la creatività non potevo che suggerirti un piccolo esercizio da fare con i Tarocchi. Estrai una carta dal tuo mazzo e osserva bene la scena.
Poi prova a rispondere a queste domande: chi sono i personaggi della scena? Perché sono lì? Cosa è successo prima? Cosa succederà dopo? Se sono più di uno, cosa si stanno dicendo?
Infine esci per la tua giornata e mentre sei in giro, prova a ritrovare i personaggi della tua carta nella gente che incontri per strada. Osserva i loro gesti, ascolta le loro parole: che attinenza possono avere con la tua carta?
Perché ricorda: Vedere è già di per sé un atto creativo. Henri Matisse

Allora, quale sarà il tuo primo esercizio di creatività? Raccontamelo nei commenti!