11 Settembre 2017

COME SCEGLIERE IL TUO MAZZO DI CARTE O TAROCCHI

 

Quando ho iniziato ad avvicinarmi ai Tarocchi, non avrei mai immaginato che esistessero così tanti mazzi diversi. Scelsi il primo seguendo l'istinto: lo avevo visto usare da una cartomante che me li leggeva spesso e mi piacevano i disegni. Tra i tanti che usava, erano quelli che mi erano rimasti più impressi.
Immagino anche te: quante volte avrai pensato di volerti avvicinare alla lettura delle carte, ma non avevi idea di quale mazzo prendere? E così hai lasciato perdere... Del resto, come dicevo, ce ne sono tantissimi in circolazione, anche molto diversi tra loro, e dunque come fai a scegliere quello giusto per te, se non sai distinguerli?

Per aiutarti nella scelta, ecco un breve vademecum sulle principali tipologie di carte: Tarocchi e Carte di ispirazione, e sulle differenze più importanti.
 

Cosa c'è da sapere

La sostanziale differenza fra Tarocchi e Carte di Ispirazione sta nella struttura e nella composizione del mazzo.

COMPOSIZIONE: Il mazzo di Tarocchi è sempre composto da 78 carte suddivise in due corpi:22 Arcani Maggiori e 56 Arcani Minori.

  • Gli Arcani maggiori sono numerati da I a XXI più Il Matto che non ha numero o ha il numero 0. Hanno un nome e rappresentano figure umane, animali o allegoriche. Descrivono un processo umano universale che comprende tutti gli aspetti evolutivi e spirituali dell'esistenza.
  • Gli Arcani minori si compongono delle 40 carte numeriche (dall'Asso al 10) più le 16 carte di corte (Fanti, Regine, Re, Cavalieri) suddivisi nei 4 semi di Spade, Coppe, Bastoni e Denari. Ci consentono di esaminare gli aspetti quotidiani della vita materiale, emotiva, psichica e intellettuale.

STRUTTURA: i Tarocchi hanno anche una struttura che si basa sui numeri e sui semi; la struttura dei Tarocchi è evolutiva cioè rappresenta simbolicamente le tappe della vita e delle vicende umane, dal principio alla realizzazione.

Tra i tantissimi tipi di Tarocchi puoi fare riferimento, per orientarti, a due grandi gruppi principali:
 
  • quelli che potremmo definire Tarocchi simbolici sono tipici della cultura latina e riconducibili allo standard del Tarocco di Marsiglia. Si caratterizzano per il fatto che le carte numeriche sono rappresentate con delle quantità del seme disposte geometricamente nello spazio e ornate da elementi fitomorfi. Ad esempio nel 5 di Denari vedrai 5 monete, nel 3 di Coppe vedrai 3 coppe, ecc. Per un principiante potrebbero risultare ostici e difficili da interpretare, ma dopo aver fatto pratica, si può notare che proprio questa "neutralità" si adatta particolarmente a letture energetiche in cui le carte rappresentano energie potenziali, possibilità: essendo potenziali, infatti non sono ancora espresse in luce/ombra, e la neutralità del Tarocco simbolico esprime perfettamente questa condizione.
  • I mazzi definiti Tarocchi intuitivi, sono tipici della cultura anglosassone e riconducibili al sistema del Tarocco Rider Waite-Smith. Questi mazzi presentano personaggi e scene, a volte anche delle parole chiave. Nelle carte numeriche, quindi non troverai, per esempio, 5 monete, ma una scena, con personaggi, oggetti, un paesaggio, delle azioni che si compiono. Anche se la simbologia dei 5 denari resta, è comunque collocata all'interno di una scena. Per chi inizia può essere più semplice interpretare e farsi ispirare da un disegno di questo genere che si presta particolarmente a un processo di proiezione/immedesimazione e quindi a letture di tipo introspettivo.

mazzi di Tarocchi a confronto

 
 
Ricorda anche che molti mazzi possono mescolare vari sistemi e/o ispirarsi alle carte da poker e, in questo caso, troverai semi diversi: al posto di coppe, bastoni, spade e denari vedrai cuori, fiori, picche e quadri.
I cuori corrispondono alle coppe, i fiori ai bastoni, le picche alle spade e i quadri ai denari.

 

CARTE DI ISPIRAZONE: nelle Carte di ispirazione, o Carte oracolo, il numero delle carte non è fisso come peri Tarocchi, ma è variabile; non troverai la suddivisione fra carte Maggiori e Minori ma carte dello stesso “livello” contenenti raffigurazioni di personaggi o scene, accompagnate da una o più parole chiave se non addirittura da una frase di ispirazione o da un vero e proprio consiglio su un'azione da compiere.
Le Carte di ispirazione sono per questo molto facili da interpretare come veri e propri messaggi dell'anima.

 

differenze tarocchi oracoli

Adesso che conosci le principali differenze tra i mazzi, hai qualche elemento in più per scegliere quello più adatto a te e al tuo livello di partenza.

Considera poi che ogni confezione di carte contiene un piccolo libretto esplicativo che può esserti di supporto in caso di dubbi.
 

 

Considera lo scopo per cui scegli quel mazzo

Una volta chiarite queste differenze che devi sapere per orientarti fra le varie tipologie, considera anche lo scopo per cui hai deciso di comprare un mazzo di Tarocchi.

Se sei all'inizio probabilmente ti servirà un mazzo da studio. con cui prendere confidenza con il sistema, le varie simbologie e i significati.
Il mio consiglio in questo caso è di orientarti sui mazzi classici:

  • il Rider Waite Smith (adatto per iniziare)
  • il Tarot de Marseille (se desideri saper usare anche questo mazzo. Spoiler: secondo me è un vero peccato non saperlo usare).

Sono i mazzi che consiglio anche a tutti i miei studenti perché una volta imparati questi, si è in grado di leggere quasi tutti gli altri presenti in commercio.
Ce ne sono tante versioni: che ne dici di un post in cui ti mostro le mie preferite? Fammelo sapere nei commenti!

Se non sei all'inizio, quindi non ti serve un mazzo da studio puoi scegliere in base al tipo di lavoro che vuoi fare con quel mazzo: per esempio se vuoi fare un lavoro sull'ombra, se vuoi esplorare o ritrovare il tuo spirito selvaggio, se vuoi connetterti con l'archetipo della dea o della strega; se vuoi trovare ispirazione, guarigione, esplorare momenti di passaggio, ecc.
Il mondo dei Tarocchi e delle carte oracolo è talmente vasto che è possibile trovare un mazzo per qualsiasi tema!
Questo non significa che per qualsiasi lavoro si voglia fare si debba necessariamente avere un mazzo ad hoc. Ogni lavoro può essere fatto con i due mazzi classici, semplicemente questi mazzi tematici possono orientare maggiormente e dare stimoli più precisi ma non sono imprescindibili.

Ti piacerebbe un approfondimento su questi mazzi tematici? Fammi sapere anche questo nei commenti e, nel caso sarà un vero piacere: quello dei mazzi è un tema che mi appassiona sempre molto!

 

Passa al sentire

Ora che conosci le differenze fra i mazzi e hai in chiaro a che scopo vuoi regalartene uno, nella scelta del tuo mazzo, lasciarti guidare anche dal cuore: scegline uno che ti piace esteticamente, che ti emoziona, ti ispira e ti comunica qualcosa. È importante che non trovi le immagini completamente incomprensibili, ma che ti senta in sintonia con loro. Se ti sembrano troppo fredde, scure e ti creano disagio, continua a cercare. Se invece un mazzo ti incuriosisce e sembra chiamarti, ha colori e disegni che ti piacciono e ispirano allora, con molta probabilità, quello è un mazzo giusto per te, almeno per iniziare. Prova se hai tempo a fare un giro su questo sito utilissimo per vedere le immagini, poi su Amazon per trovare diversi tipi di carte.

Non mi resta allora che lasciarti alla tua esplorazione, nei commenti puoi raccontarmi quale mazzo hai scelto, e farmi sapere se ti interessano i due post di approfondimento sulle varie versioni dei mazzi classici e sui mazzi tematici. Ti aspetto!

 

NOTA: le immagini presenti nel post sono tratte dal mio libro Tarocchi per la vita: crea la tua pratica personale.

Post aggiornato al 25/05/2023.

 
  • Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

One comment on “COME SCEGLIERE IL TUO MAZZO DI CARTE O TAROCCHI”

Manuela Angelini

Lettrice e insegnate di Tarocchi

scopri di più

Categorie

Categorie

Cerca

Sono Manuela Angelini e mi occupo di Tarocchi e consapevolezza.

© 2024 Manuela Angelini Tarot Mentor | P.iva 02425450448 | Privacy Policy | Termini e condizioni | Web Miel Café Design | Photo Daniela Katia Lefosse
cartcrossmenu